vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Il nuovo presidente è Piero Pagni

Psicologo ed ex campione d’Italia di hockey, indoor e su prato, è stato eletto con 49 preferenze e una scheda bianca nel corso dell’ultima assemblea del Cus Bologna

Il Cus Bologna ha un nuovo Presidente. Dopo le dimissioni di Francesco Franceschetti nell’autunno 2013 e l’arrivo di Vincenzo Santis come commissario straordinario, tocca a Piero Pagni. Piero, 48 anni, psicologo, è stato eletto nel corso dell’ultima assemblea del Cus Bologna. Cinquanta i votanti: una scheda bianca e 49 preferenze per l’ex campione d’Italia di hockey, indoor e su prato, del Cus Bologna.

Piero ha un passato da agonista nel Cus. Figlio di Giorgio – il tecnico di hockey al quale si deve l’introduzione nel nostro paese della pratica dell’hockey indoor – e di Licia, pure lei per anni dipendente del braccio sportivo dell’Alma Mater, resterà in carica per il prossimo quadriennio.

Il fatto che venga dal mondo dell’hockey non significa che si occuperà di una solo disciplina, al contrario la maggioranza con la quale è stato votato fa capire che sarà il presidente di tutti. Con il compito principale di proseguire il processo di risanamento iniziato dal commissario straordinario Santis e che ha portato, nei mesi scorsi – grazie al lavoro incessante del presidente del Cusi Lorenzo Lentini e del segretario generale, Antonio Dima – alla cessione dello Sterlino.

“Sarò un presidente che lavorerà sempre al fianco dell’Università”, le prime parole di Pagni che, in questi giorni, affronterà tutti i passaggi di consegne negli uffici di via San Giacomo a Bologna. Incontrando, magari, anche il rettore Ivano Dionigi, che ha sempre seguito con grande interesse le vicende del Cus Bologna.

Pubblicato il 2 aprile 2015